Aree di Specializzazione

Reddito di cittadinanza: sanzioni pesanti per i furbetti

Commette reato chi lavora in nero e percepisce il reddito di cittadinanza. Il reddito di cittadinanza non è incompatibile con lo svolgimento di attività lavorativa da parte di uno o più componenti del nucleo familiare, fermi restando i requisiti reddituali e patrimoniali previsti. Tuttavia, il legislatore pone l’obbligo di comunicare, entro 30 giorni, le variazioni inerenti la situazione occupazionale e patrimoniale del nucleo familiare o le modifiche nella sua composizione. L’Ispettorato nazionale del lavoro è impegnato nelle attività di controllo

Continua la lettura

INPS: consultazione posizione previdenziale

naspi, assegno per il nucleo familiare, regolarità contributiva, permessi legge 104/92, ticket licenziamento, aliquote contributive, gestione separata. riscatto, anf, certificato di agibilità, riscatto laurea

Per tutti i lavoratori dipendenti del settore privato non agricolo è attivo il nuovo servizio di controllo e consultazione della propria posizione previdenziale. Consultazione della posizione previdenziale. E’ il nuovo servizio che l’INPS mette a disposizione di tutti i lavoratori dipendenti del settore privato non agricolo. Lo rende noto l’INPS con il messaggio n. 2970/2019. L’applicazione, disponibile anche sull’app “INPS Mobile”, consente di visualizzare e scaricare in formato PDF ed Excel una serie di informazioni aggiuntive rispetto a quelle dell’Estratto

Continua la lettura

Reintrodotta la conservazione dello stato di disoccupazione

naspi. esonero contributivo, decreto dignità

Lo stato di disoccupazione si conserva se il reddito da lavoro dipendente o autonomo corrisponde a un’imposta lorda pari o inferiore alle detrazioni spettanti ai sensi dell’articolo 13 del TUIR. Il Legislatore reintroduce l’istituto della conservazione dello stato di disoccupazione per sanare un’incoerenza che si era venuto a creare con l’entrata in vigore del d.lgs. n. 150/2015, tra la normativa in materia di stato di disoccupazione per la generalità dei lavoratori (articolo 19), quella considerata ai fini del reddito di

Continua la lettura

Lavoro in giorno festivo solo con il consenso del lavoratore

ferie

Secondo la Corte di Cassazione il lavoro nel giorno festivo è possibile solo con il consenso esplicito del lavoratore. E’ quanto ha statuito una recente sentenza della Cassazione (n. 18887/2019), ponendosi in linea con un consolidato orientamento giurisprudenziale. L’astensione lavorativa durante i giorni festivi è un diritto soggettivo del lavoratore. Ciò vuol dire che un accordo collettivo (ad es. il CCNL) non può disporre in senso contrario senza uno specifico mandato da parte del lavoratore. In altre parole, il lavoro

Continua la lettura

Site Footer