modello 770

Modello 770: è sempre possibile l’invio separato

E’ possibile inviare il modello 770 in tre flussi separati nonostante le istruzioni dell’Agenzia delle entrate lasciano aperto qualche dubbio.

Salvo proroghe, il 31 luglio scade il termine per la trasmissione telematica del modello 770 2017 redditi 2016 . Tra le novità di quest’anno, spicca la presenza di un unico modello. Diversamente dagli anni scorsi, è superata la distinzione tra modello ordinario e semplificato. Il modello 770 raccoglie tanto le ritenute operate, versate e compensate sui redditi da lavoro dipendente, quanto quelle su redditi di lavoro autonomo e redditi di capitale.

Tuttavia, al sostituto d’imposta (o al suo intermediario), è data facoltà di suddividere l’unico modello 770 in tre flussi separati: “dipendente“, “autonomo” o “altre ritenute“. Per farlo, occorre in via preliminare indicare nel frontespizio, nelle sezione “Tipo di dichiarazione“, la tipologia a cui appartiene il sostituto d’imposta:

  • sostituto che ha operato solo ritenute da lavoro dipendente e/o ritenute da lavoro autonomo (codice 1);
  • sostituto che ha operato sia ritenute da lavoro dipendente e/o ritenute da lavoro autonomo che
    ritenute da redditi di capitale (codice 2);
  • sostituto che ha operato solo ritenute da redditi di capitale (codice 3).

A questo punto, sempre nel frontespizio, ma nella sezione “Quadri compilati e gestione separata“, occorre segnalare la parte del flusso che si sta per inviare: “dipendente“, “autonomo” o “altre ritenute“.

In verità, le istruzione allegate al modello pongono un’ulteriore condizione: aver trasmesso entro il 7 marzo 2017 tutte le CU (certificazioni uniche): lavoro dipendente, autonomo e redditi diversi. Poiché per le CU autonomi e redditi diversi questa scadenza non era tassativa, si ritiene che per la trasmissione separata dei flussi sia sufficiente inviare le CU autonomi e altri redditi entro il termine di presentazione del modello 770 (al momento 31 luglio). Una diversa lettura delle istruzioni non avrebbe molto senso .

Infine, da quest’anno, in caso di trasmissione separata, non occorre indicare il codice fiscale dell’altro intermediario.

1 commenti On Modello 770: è sempre possibile l’invio separato

Non è possibile commentare.

Site Footer