Reddito di cittadinanza: come chiedere l’incentivo per l’assunzione

naspi, assegno per il nucleo familiare, regolarità contributiva, permessi legge 104/92, ticket licenziamento, aliquote contributive, gestione separata. riscatto, anf, certificato di agibilità, riscatto laurea

L’INPS ha fornito le istruzioni necessarie per usufruire dell’incentivo destinato ai datori di lavoro che assumono soggetti beneficiari del reddito di cittadinanza. Con la circolare INPS 19 luglio 2019, n. 104, l’INPS ha fornito le indicazioni sugli incentivi destinati ai datori di lavoro che assumono soggetti beneficiari del Reddito di Cittadinanza, così come previsto dalla legge 28 marzo 2019, n. 26. Con il recente messaggio 8 novembre 2019, n. 4099, l’Istituto previdenziale informa che, attraverso il Portale delle agevolazioni (ex DiResCo), entro il 15 novembre 2019, sarà disponibile il modulo di richiesta

Continua la lettura

Coefficiente di rivalutazione TFR settembre 2019

contribuzione previdenziale, elemento economico di garanzia, f24, tfr, detrazione, lavoro irregolare, agevolazioni contributive

Per il mese di settembre 2019 il coefficiente di rivalutazione del TFR accantonato al 31 dicembre 2018 è 1,418830 . Il coefficiente di rivalutazione TFR (trattamento fine rapporto) del mese di settembre 2019, necessario per rivalutare quanto accantonato al 31 dicembre 2018, è 1,418830. Per determinare il coefficiente di rivalutazione del TFR si parte dall’indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati (senza tabacchi lavorati) pubblicato ogni mese dall’Istituto nazionale di statistica (ISTAT). Si calcola la

Continua la lettura

L’aspettativa non retribuita esclude la contribuzione?

naspi, assegno per il nucleo familiare, regolarità contributiva, permessi legge 104/92, ticket licenziamento, aliquote contributive, gestione separata. riscatto, anf, certificato di agibilità, riscatto laurea

Se la richiesta di aspettativa non retribuita perviene dal datore di lavoro la contribuzione è sempre dovuta. Se perviene dal lavoratore non è dovuta, salvo che l’organo ispettivo non dichiari la richiesta come indotta dal datore di lavoro. Il quesito è stato posto alla Direzione Centrale INPS nel corso di un recente tavolo tecnico con i rappresentanti del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro. Secondo l’Istituto Previdenziale occorre distinguere due diverse fattispecie: se l’aspettativa non retribuita (o il permesso

Continua la lettura

Quando l’amministratore di una società può essere dipendente

Clausole elastiche, contratto a termine

Compatibilità della titolarità di cariche sociali nell’ambito di società di capitali e lo svolgimento di attività di lavoro subordinato per la stessa società. L’INPS, con il messaggio n. 3359/2019 riepiloga la posizione dell’Istituto sulla compatibilità delle cariche sociali con lo svolgimento di attività di lavoro subordinato per la stessa società alla luce delle più recenti pronunce di legittimità. L’Istituto Previdenziale parte da un principio più volte ribadito dalla Corte di Cassazione: l’essere organo di una persona giuridica di per sé

Continua la lettura

Site Footer