voucher, lavoro occasionale

Stop ai voucher per tutti. Il Governo abroga le norme sui buoni lavoro

Il Governo ha approvato un decreto legge per l’abrogazione completa della normativa sui voucher. Previsto un periodo transitorio fino al 31 dicembre per utilizzare quelli già acquistati.

Alla fine ha prevalso la linea drastica. Stop ai voucher per tutti, famiglie ed imprese. Il Governo ha deciso di abrogare completamente l’intera normativa sui voucher. Una decisione presa per azzerare ogni rischio “politico” legato al referendum proposto dalla CGIL. Secondo il premier Gentiloni, “una decisione che libera il tavolo da una discussione ideologica che non ci avrebbe aiutato”. Il decreto è stato pubblicato in Gazzetta ufficiale venerdì 17 marzo ed è entrato in vigore lo stesso giorno . Da sabato 18 marzo, non è più possibile acquistare voucher, ma sarà possibile utilizzare quelli acquistati entro venerdì 17 marzo fino al 31 dicembre.

Nel 2016 sono stati venduti 134 milioni di voucher. Tuttavia, considerando i 43 miliardi di ore di lavoro svolte nello scorso anno, quelle retribuite con i buoni lavoro ne rappresentavano solo lo 0,3% . In questi numeri è contenuta la battaglia “ideologica” portata avanti dalla CGIL e da alcuni leader dell’opposizione.

Non v’è dubbio che la disciplina sui voucher mostrava limiti e smagliature che ne favorivano un uso distorto. Al tempo stesso, è innegabile che tutte le prestazioni retribuite con voucher si sarebbero svolte in nero se non fosse stato possibile ricorrere ai buoni lavoro.

Nelle prossime settimane, assicura il premier Gentiloni, partirà il confronto in Parlamento e con le parti sociali per rispondere ad un’esigenza che l’eliminazione dei voucher non risolve: una regolazione seria del lavoro occasionale e saltuario. Nonostante le rassicurazioni giunte anche dal ministro del lavoro Poletti, il colpo di spugna sui buoni lavoro rischia di generare un’esplosione del lavoro nero.

In attesa di novità, l’unica forma di lavoro flessibile a disposizione delle imprese è quella intermittente. La disciplina che la regola, tuttavia, presenta limiti e vincoli che, alla luce dell’abrogazione dei buoni lavoro, andrebbero subito superati.

 

Site Footer