incentivo occupazione sud, diritto di precedenza, apprendistato, incentivo occupazione mezzogiorno, artigiano di fatto

Incentivo contributivo bloccato in caso di trasformazione full time

La trasformazione a tempo pieno di un rapporto inizialmente stipulato a tempo parziale non determina un aumento dell’incentivo contributivo.

Con la pubblicazione delle istruzioni INPS  diventano pienamente operativi i due principali incentivi all’assunzione 2017: l’incentivo occupazione Sud e la Garanzia Giovani. Entrambi, condividono la stessa procedura di ammissione al beneficio. Il datore di lavoro invia un’istanza preliminare all’INPS indicando, tra l’altro, la retribuzione media mensile prevista. L’INPS, effettuati alcuni controlli sulle risorse disponibili e sul lavoratore da assumere (o già assunto), prenota una somma pari all’incentivo spettante e ne da comunicazione al datore di lavoro. Quest’ultimo, dalla data di notifica, ha sette giorni di tempo per procedere all’assunzione e 10 giorni di tempo per confermare la prenotazione.

Le procedure informatiche dell’INPS calcolano il beneficio spettante in base alla contribuzione previdenziale a carico del datore di lavoro. Per tener conto di eventuali aumenti della retribuzione lorda, tale importo è incrementato del 5%. Questo aumento mette certamente al riparo da eventuali aggiornamenti dei minimi contrattuali previsti dal CCNL. Cosa accade, invece, se il datore di lavoro decide di trasformare a tempo pieno un rapporto inizialmente stipulato a tempo parziale?

L’INPS chiarisce che il beneficio fruibile non può superare quello calcolato in sede di prenotazione dell’incentivo. In questi casi la maggiorazione del 5% applicata di default dall’INPS non è sufficiente a coprire una trasformazione a tempo pieno.

Di contro, in caso di trasformazione a tempo parziale di un rapporto a tempo pieno, è onere del datore di lavoro riparametrare l’incentivo spettante e fruire dell’importo ridotto.

Alla luce di queste indicazioni fornite dall’INPS, appare opportuno valutare fin da subito se procedere direttamente ad un’assunzione a tempo pieno. Inoltre, nel calcolare la retribuzione media mensile, è necessario non dimenticare i ratei di 13ma e 14ma mensilità, ma anche eventuali altre erogazioni previste dal CCNL o da accordi individuali.

Site Footer