incentivo

Al via l’incentivo per le assunzioni in Campania

Ai nastri di partenza l’incentivo che la regione Campania ha messo a disposizione dei datori di lavoro che incrementeranno il numero dei lavoratori a tempo indeterminato.

L’intervento è finanziato per complessivi 50 milioni di euro e riguarda le assunzioni effettuate nel 2016 . Potranno beneficiare dell’incentivo tutti i datori di lavoro, compreso i lavoratori autonomi. Danno diritto all’incentivo le assunzioni a tempo indeterminato di lavoratori definiti “svantaggiati”, “molto svantaggiati” o “con disabilità” effettuate presso unità locali situate in Campania. La definizione di lavoratore “svantaggiato”, “molto svantaggiato” o “con disabilità” è contenuta nell’art. 2 del regolamento UE n. 651/2014 . Per l’esatta individuazione dei lavoratori “svantaggiati” si rinvia al decreto del Ministero del lavoro del 20/03/13 .

Per poter beneficiare dell’incentivo, l’assunzione deve rappresentare un incremento netto del numero di lavoratori a tempo indeterminato rispetto alla media dei dodici mesi precedenti l’assunzione. Tale incremento deve essere mantenuto per 12 mesi in caso di lavoratore “svantaggiato” o 24 mesi se, invece, trattasi di lavoratore “molto svantaggiato” o “con disabilità”. Il beneficio non può essere concesso per i contratti di apprendistato, di somministrazione ed intermittente (con o senza disponibilità). Esclusi anche i contratti di lavoro domestico.

L’incentivo è quantificato in misura non superiore a € 8.060,00 all’anno. I lavoratori “svantaggiati” danno diritto, al più, ad un anno di incentivo. Negli altri due casi è possibile arrivare a due anni. I costi ammissibili sono quelli individuati dal regolamento UE n. 651/2014:

  • retribuzione lorda, prima delle imposte;
  • contributi obbligatori, quali gli oneri previdenziali;
  • contributi assistenziali per figli e familiari.

Dal 18 luglio le aziende interessate potranno registrarsi al sistema . A partire dal 28 luglio e fino al 31 gennaio 2017 sarà possibile trasmettere le domande, in modalità esclusivamente telematica. Nella sezione FAQ della piattaforma sono contenute le risposte ai quesiti posti da aziende ed intermediari. L’incentivo potrà essere concesso sia “a consuntivo” che “in anticipazione”, ma previa apposita garanzia fideiussoria.

 

Site Footer