milleproroghe 2017

Milleproroghe, ecco le novità che riguardano il lavoro

Il milleproroghe rinvia la tenuta telematica del LUL, la comunicazione degli infortuni sul lavoro con prognosi di almeno un giorno e gli obblighi di assunzione del disabile per i datori di lavoro che occupano da 15 a 35 dipendenti. Per la DIS-COLL proroga fino al 30 giugno.

Il 16 febbraio scorso, con 153 voti favorevoli e 99 contrari, il Senato ha votato la fiducia al Governo approvando il c.d. milleproroghe. Si tratta di un decreto con il quale il Consiglio dei ministri, ogni anno, proroga alcuni termini in scadenza previsti da disposizioni normative. Per quanto riguarda il lavoro, ecco una sintesi delle principali novità inserite nel milleproroghe.

Collocamento obbligatorio

Il Jobs Act aveva previsto, con decorrenza 1° gennaio 2017, per i datori di lavoro che occupano da 15 a 35 dipendenti, l’obbligo di assumere un lavoratore disabile entro 60 giorni dall’insorgenza dell’obbligo. Veniva meno, dunque, la possibilità di rinviare l’assunzione del lavoratore disabile dopo 12 mesi da un’ulteriore assunzione. Con il milleproroghe questa possibilità sopravvive anche per il 2017. Dal 2018, il datore di lavoro che occupa 15 dipendenti costituenti base di computo dovrà provvedere all’assunzione negli ordinari 60 giorni.

Dis-Coll

Prevista una proroga fino al 30 giugno 2017 per la liquidazione del sussidio di disoccupazione dei collaboratori.

Lul telematico

Il Jobs Act aveva previsto, con decorrenza 1° gennaio 2017, la tenuta telematica del LUL (libro unico del lavoro) presso il Ministero del lavoro. Ad oggi, tuttavia, mancano i decreti attuativi che ne disciplinano gli standard tecnici ed organizzativi. Per tale motivo, il milleproroghe ha rinviato al 1° gennaio 2018 l’obbligo di tenuta telematica del LUL.

Comunicazione infortuni sul lavoro

Dal 12 aprile 2017 i datori di lavoro avrebbero dovuto comunicare all’INAIL, per fini statistici ed informativi, gli infortuni sul lavoro con prognosi di almeno un giorno, escluso quello dell’evento. Per consentire all’Istituto assicuratore la predisposizione di un’apposita procedura telematica semplificata, il milleproroghe ha disposto un rinvio di sei mesi (12 ottobre). Resta fermo, invece, l’obbligo di denunciare gli infortuni con prognosi superiore a tre giorni, escluso quello dell’evento.

Pensioni

Slitta al 1° gennaio 2018 anche il recupero dello 0,1% sui trattamenti pensionistici erogati nel 2015.

Site Footer