Aree di Specializzazione

Decreto agosto: proroga del divieto di licenziamento

Prorogato il divieto di licenziamento per i datori di lavoro che non hanno integralmente fruito della cig o dell’esonero dei contributi previdenziali. I datori di lavoro che non hanno integralmente fruito dei trattamenti di integrazione salariale per COVID-19 o dell’esonero dal versamento dei contributi previdenziali introdotti dal decreto agosto, non potranno accedere alle procedure di licenziamento collettivo o individuale. Il blocco dei licenziamenti, dunque, proseguirà fin quasi a fine anno, vista la possibilità di usufruire, alternativamente, di ulteriori 18 settimane

Continua la lettura

Decreto agosto: proroga o rinnovo di contratti a termine.

Possibilità di prorogare o rinnovare un contratto a termine per massimo 12 mesi, anche senza causali. Il decreto agosto, in conseguenza dell’emergenza epidemiologica, prevede che – fino al 31 dicembre 2020 – ferma restando la durata massima complessiva di 24 mesi, è possibile rinnovare o prorogare per un periodo massimo di 12 mesi e per una sola volta i contratti di lavoro a tempo determinato, anche in assenza della causali giustificatrici.

Decreto agosto: esonero contributivo assunzioni stabili

Incentivi per chi assume lavoratori a tempo indeterminato o trasforma a tempo indeterminato rapporti a termine. Il decreto agosto prevede che, fino al 31 dicembre 2020, ai datori di lavoro che dal 15 agosto assumono lavoratori subordinati a tempo indeterminato è riconosciuto l’esonero totale dal versamento dei contributi previdenziali a loro carico, per un periodo massimo di sei mesi decorrenti dall’assunzione, nel limite massimo di 8.060 euro su base annua, riparametrato e applicato su base mensile. L’esonero è riconosciuto anche

Continua la lettura

Decreto agosto: esonero contributivo per chi non chiede ulteriori settimane di cig.

Sgravio contributivo di quattro mesi per i datori di lavoro che non richiederanno ulteriori settimane di cassa integrazione. Il decreto agosto ha previsto un esonero dei contributi previdenziali a favore dei datori di lavoro che non chiederanno ulteriori settimane di cassa integrazione e che hanno già fruito, nei mesi di maggio e giugno 2020, dei trattamenti di integrazione salariale. L’esonero contributivo, fruibile entro il 31 dicembre 2020, riguarderà i soli contributi previdenziali a carico del datore di lavoro (escluso INAIL)

Continua la lettura

Site Footer