assegno per il nucleo familiare - anf

ANF: a chi spettano quando i coniugi sono separati

In caso di separazione gli ANF spettano al coniuge affidatario. Direttamente o per il tramite dell’altro coniuge.

A ribadirlo è una recente sentenza della Corte di Cassazione (n. 11569 dell’11/05/2017 . Il caso di specie riguardava una coppia separata senza affidamento congiunto dei figli. In tal caso, “il coniuge cui i figli sono affidati ha diritto in ogni caso a percepire gli assegni familiari per i figli, sia che ad essi abbia diritto per un suo rapporto di lavoro, sia che di essi sia titolare l’altro coniuge” (art. 211 L. 151/1975 ). La norma implica che il coniuge affidatario dei figli, quando non possa percepire gli ANF in virtù di un proprio rapporto di lavoro, ha diritto a percepirli per il tramite di quello non affidatario.

Principio, questo, più volte affermato dalla giurisprudenza di legittimità: prima con la sentenza delle Sezioni Unite n. 5135/1989; poi ribadito con le sentenze n. 24204/2004 e 5060/2003; e di recente richiamato anche nella sentenza 6351/2015.

Genitori separati o divorziati con affidamento congiunto dei figli.

Il diritto all’ANF in caso di affidamento congiunto dei figli è riconosciuto ad entrambi i coniugi affidatari, che stabiliranno di comune accordo chi debba richiedere l’autorizzazione. Solo in caso di contrasto tra gli affidatari si potrà ricorrere al requisito della convivenza per valutare intorno a quale dei coniugi affidatari si sia effettivamente ricostituito il nucleo familiare ed accertare, di conseguenza, il diritto al trattamento di famiglia .

Figli naturali riconosciuti da entrambi i genitori

In tal caso sarà il genitore naturale convivente con la prole a poter usufruire degli ANF. Direttamente, se titolare di una posizione tutelata (lavoratore o pensionato). In caso contrario, tramite il rapporto di lavoro dell’altro genitore naturale non convivente. Quest’ultimo, ha titolo a presentare la richiesta di assegno per il nucleo familiare, ma la prestazione dovrà essere determinata in base ai redditi del genitore naturale convivente (cfr. circolare INPS n. 36/2008 .

Site Footer