indennità di maternità gestione separata - certificato medico di gravidanza, congedo maternità

Il certificato medico di gravidanza viaggia solo on-line

Il medico è tenuto a trasmettere, esclusivamente per via telematica, sia il certificato medico di gravidanza che quello di interruzione. Previsto un periodo transitorio di 3 mesi.

Il certificato medico di gravidanza viaggerà solo on-line. Idem per quello di interruzione. A comunicarlo è l’INPS con la circolare n. 82 del 4 maggio scorso . A provvedere saranno direttamente i medici del SSN o con esso convenzionati tramite un apposito servizio presente sul sito dell’Istituto. Per agevolare il passaggio al certificato telematico è stato previsto un periodo transitorio di 3 mesi che terminerà il 3 agosto prossimo.

La trasmissione telematica del certificato medico di gravidanza libererà la donna dall’incombenza di doverlo trasmettere all’INPS. Operazione indispensabile per poter fruire di una delle varie prestazioni rientranti nella tutela della maternità, tra cui il c.d. premio di 800 euro per la nascita o l’adozione di un minore .

In fase di inserimento, il medico indicherà:

per il certificato medico di gravidanza:

  • le generalità della lavoratrice;
  • la settimana di gestazione alla data della visita;
  • la data presunta del parto;

per il certificato di interruzione:

  • le generalità della lavoratrice;
  • la settimana di gestazione alla data della visita;
  • la data presunta del parto;
  • la data di interruzione della gravidanza.

Il medico certificatore rilascerà alla donna il numero di protocollo ed eventualmente copia cartacea del certificato e dell’attestazione che, diversamente dal certificato, è priva dell’indicazione della settimana di gestazione.

Il certificato medico di gravidanza (o interruzione) sarà messo a disposizione dell’interessata sul sito INPS, previa autenticazione tramite PIN o CNS. I datori di lavoro, sempre previa autenticazione, potranno ricercare i relativi attestati tramite codice fiscale e numero di protocollo.

L’annullamento di un certificato telematico potrà avvenire, a cura del medico, entro le 24 del giorno successivo alla trasmissione. Decorso questo termine, la cancellazione potrà avvenire solo tramite richiesta scritta alla sede INPS di competenza.

L’annullamento è ammesso solo per errori che si riferiscono alle generalità della gestante o al suo codice fiscale.

Site Footer