incentivo occupazione sud, bonus assunzione, lavoratori svantaggiati, incentivo occupazione mezzogiorno, inail

Firmato il Decreto per la riduzione delle tariffe INAIL

Il nuovo tariffario promette una riduzione media delle tariffe INAIL del 32%. Sforbiciata alle voci di tariffa che passano da 739 a 595.

Con la firma del decreto interministeriale, avvenuta il 27 febbraio scorso, diventa finalmente operativa la riduzione dei premi INAIL. Secondo le stime effettuate dai tecnici, la riduzione media sarà del 32%. Il nuovo nomenclatore ha effettuato una razionalizzazione delle voci di tariffa portandole da 739 a 595. Sono state eliminate voci di tariffa obsolete, ma ne sono state introdotte altre che tengono conto delle nuove attività che si sono sviluppate negli ultimi anni. Ad esempio, è stata introdotta una nuova voce di tariffa per le attività legate alla produzione di nanomateriali, un settore di produzione che si è sviluppato solo negli ultimi anni e per il quale si prevede una crescita anche nel prossimo futuro. Altre novità rilevanti riguardano l’esplicitazione all’interno del nomenclatore dell’intero ciclo dei rifiuti e la previsione delle attività di consegna merci svolte in ambito urbano con l’ausilio di veicoli a due ruote o assimilabili dai cosiddetti rider.

L’aggiornamento delle tariffe dei premi interessa la “Gestione Industria, Artigianato, Terziario ed Altre Attività”, ma anche i premi speciali unitari Artigiani e la gestione Navigazione.

L’adozione del nuovo nomenclatore ha richiesto uno slittamento dei termini normalmente previsti per il versamento dei premi e per l’invio della denuncia telematica .

Fonte: Ministero del Lavoro

Site Footer