Controllo a distanza dei lavoratori: più rapida la fase istruttoria

colf e badanti videosorveglianza, controllo a distanza dei lavoratori

Più rapido l’iter per installare ed utilizzare impianti audivisivi ed altri strumenti di controllo a distanza dei lavoratori. A chiederlo agli uffici periferici è l’Ispettorato nazionale del lavoro con la circolare n. 5/2018 . In fase di istruttoria, l’ufficio competente dovrà concentrarsi sull’effettiva sussistenza delle ragioni legittimanti l’adozione del provvedimento. Si tratta delle ragioni organizzative e produttive, quelle di sicurezza sul lavoro o quelle di tutela del patrimonio aziendale. L’istruttoria non deve coinvolgere aspetti tecnici particolari. La valutazione di questi

Continua la lettura

Videosorveglianza: tempi rapidi per il provvedimento autorizzativo

colf e badanti videosorveglianza, controllo a distanza dei lavoratori

Se la videosorveglianza si attiva esclusivamente con l’impianto di allarme inserito non sussistono motivi che impediscono il rilascio dell’autorizzazione in tempi rapidi. L’Ispettorato nazionale del lavoro ha fornito importanti indicazioni operative sull’installazione ed utilizzazione di sistemi di videosorveglianza e di altri strumenti di controllo ai sensi dell’art. 4 della legge n. 300/1970 .  La tutela del patrimonio aziendale giustifica l’installazione di impianti audiovisivi. Questi dispositivi, tuttavia, permettono anche un controllo a distanza dell’attività dei lavoratori. Per tale motivo, il loro

Continua la lettura

Colf e badanti: la videosorveglianza non richiede la preventiva autorizzazione

colf e badanti videosorveglianza, controllo a distanza dei lavoratori

L’Ispettorato nazionale del lavoro chiarisce che per colf e badanti non è applicabile l’art. 4 dello Statuto dei lavoratori Il datore di lavoro domestico è un soggetto privato non organizzato in forma di impresa. Per tale motivo, il rapporto di lavoro con colf e badanti è sottratto alla disciplina prevista da alcune norme dello Statuto dei lavoratori (Legge n 300/1970 ). Con queste parole, l’Ispettorato nazionale del lavoro risponde ad una richiesta di chiarimento pervenuta da un ufficio territoriale .

Continua la lettura

Per i dispositivi GPS occorre l’accordo sindacale

dispositivi gps

I dispositivi GPS non sono indispensabili per rendere la prestazione. Possono essere installati solo previo accordo sindacale ovvero previa autorizzazione da parte dell’Ispettorato nazionale del lavoro. Sono queste le indicazioni dell’Ispettorato nazionale del lavoro riguardo l’uso dei dispositivi GPS . Il chiarimento si è reso necessario a seguito delle novità introdotte dall’art. 23 del D.Lgs. n. 151/2015 . Riformando una disciplina vecchia oltre di 40 anni, il Legislatore ha ritenuto opportuno distinguere: gli strumenti per rendere la prestazione o per

Continua la lettura

Site Footer