Lavoro intermittente e prestazioni di lavoro straordinario

agevolazioni, straordinario, lavoro intermittente

Il ricorso al lavoro intermittente non esclude l’applicazione delle disposizioni in materia di lavoro straordinario e delle relative maggiorazioni retributive. A chiarirlo è il Ministero del lavoro rispondendo ad una richiesta di interpello dell’Associazione Nazionale delle Imprese di Sorveglianza Antincendio (A.N.I.S.A.). Interpello n. 6/2018 L’Associazione Nazionale delle Imprese di Sorveglianza Antincendio (A.N.I.S.A.) ha formulato istanza di interpello al fine di conoscere il parere di questa Amministrazione in ordine alla possibilità di non applicare al lavoratore intermittente la disciplina contenuta nel

Continua la lettura

Compatibilità tra NASpI e lavoro intermittente

lavoro intermittente

L’Inps chiarisce in quali casi lo svolgimento di prestazioni di lavoro intermittente, frutto di un preesistente rapporto di lavoro, sono compatibili con l’indennità di disoccupazione NASpI. Cosa accade se un lavoratore richiede la NASpI per aver perso involontariamente un rapporto di lavoro, ma risulta – al tempo stesso – titolare di un preesistente rapporto di lavoro intermittente? In questi casi, chiarisce l’Istituto previdenziale , si applicano le regole previste dall’art. 9 del d.lgs n. 22/2015 . Intermittente con obbligo di

Continua la lettura

Lavoro intermittente: senza DVR riqualificazione del rapporto di lavoro

lavoro intermittente

La stipula di un contratto di lavoro intermittente in assenza del DVR comporta la conversione in un ordinario rapporto di lavoro subordinato. Il contratto di lavoro intermittente  non può essere stitpulato se manca la valutazione dei rischi. A stabilirlo è l’art. 14 del D.Lgs. n 81/2015 . La violazione comporta la conversione del rapporto di lavoro intermittente in un ordinario rapporto di lavoro subordinato. A ribadirlo è l’Ispettorato nazionale del lavoro con la lettera circolare del 15 marzo 2018 .

Continua la lettura

Lavoro intermittente e attività artigiane: chiarimenti dal Ministero

lavoro intermittente

Le imprese artigiane alimentari non sempre rientrano nella nozione di esercizi pubblici in genere. In tal caso, si restringe l’accesso al lavoro intermittente Ridotto l’accesso al lavoro intermittente per le imprese artigiane alimentari. Le attività di ristorazione senza somministrazione non possono essere assimilate a quelle degli esercizi pubblici in genere. A specificarlo è il Ministero del lavoro rispondendo ad un interpello proposto dal Consiglio Nazionale dell’Ordine dei consulenti del lavoro . Per capire la portata del chiarimento è opportuno fare

Continua la lettura

Site Footer