Decreto agosto: proroga del divieto di licenziamento

Prorogato il divieto di licenziamento per i datori di lavoro che non hanno integralmente fruito della cig o dell’esonero dei contributi previdenziali. I datori di lavoro che non hanno integralmente fruito dei trattamenti di integrazione salariale per COVID-19 o dell’esonero dal versamento dei contributi previdenziali introdotti dal decreto agosto, non potranno accedere alle procedure di licenziamento collettivo o individuale. Il blocco dei licenziamenti, dunque, proseguirà fin quasi a fine anno, vista la possibilità di usufruire, alternativamente, di ulteriori 18 settimane

Continua la lettura

Licenziamento per giustificato motivo oggettivo e riorganizzazione aziendale

licenziamento disciplinare, licenziamento per giustificato motivo oggettivo, dis-coll, licenziamento, naspi

Il licenziamento per giustificato motivo oggettivo non è incompatibile con la presenza di utili in bilancio ed investimenti aziendali. A ribadirlo è la Suprema Corte con la sentenza n. 13015 del 24/05/2017 . Il caso riguarda un lavoratore licenziato a seguito di un riassetto organizzativo che determina l’assegnazione delle sue mansioni ad altro dipendente già in forza. Il lavoratore impugna il licenziamento sulla base di due motivazioni: il datore di lavoro avrebbe dovuto sopprime le mansioni piuttosto che affidarle ad

Continua la lettura

Site Footer