I requisiti per andare in pensione nel 2018

cumulo, pensione

Nel 2018 il requisito di età per accedere alla pensione di vecchiaia sarà uguale per tutti, uomini e donne. Nel 2018, per accedere alla pensione di vecchiaia, servirà raggiungere 66 anni e 7 mesi di età. Per effetto della riforma Monti-Fornero, da quest’anno, il requisito anagrafico sarà unico sia per gli uomini che per le donne. Il criterio unico riguarderà tutte le categorie di lavoratori: dipendenti pubblici e privati, autonomi (commercianti, artigiani, coltivatori diretti) e per i lavoratori iscritti alla

Continua la lettura

Pensione in regime di cumulo per i professionisti

cumulo, pensione

L’INPS ha fornito le istruzioni operative per consentire il cumulo dei periodi assicurativi non coincidenti versati alle case di previdenza dei professionisti. Anche se con qualche mese di ritardo, l’Istituto previdenziale ha fornito le attese istruzioni per permettere anche ai professionisti di accedere ai trattamenti pensionistici in regime di cumulo. La circolare n. 140 del 12 ottobre 2017 è stata pubblicata dopo un lungo confronto che ha coinvolto il Ministero del lavoro e delle politiche sociali, le Casse professionali e l’Istituto

Continua la lettura

Cumulo previdenziale: ecco le prime istruzioni INPS

cumulo, pensione

L’Istituto previdenziale ha fornito i primi chiarimenti in materia di cumulo dei periodi assicurativi non coincidenti ai fini del conseguimento di un’unica pensione. Dopo le modifiche introdotte dalla legge n. 232/2016 il cumulo dei periodi assicurativi non coincidenti è divenuto una valida soluzione per il consolidamento di anzianità contributive frammentate in diverse gestioni, sia di competenza dell’INPS che delle casse private degli Ordini professionali. Con la circolare n. 60 del 16 marzo scorso , l’INPS ha dettato le prime istruzioni in

Continua la lettura

APE volontaria: un prestito per anticipare il pensionamento

APE volontaria, contratto di prestazione occasionale, naspi, coefficiente di rivalutazione del montante contributivo, lavoro domestico

L’APE volontaria consentirà di anticipare il pensionamento di vecchiaia fino a 3 anni e 7 mesi. A finanziarlo sarà un prestito erogato da una banca e garantito dalla pensione di vecchiaia che il beneficiario otterrà alla maturazione del diritto. L’APE volontaria è stata introdotta, in via sperimentale, dalla legge di stabilità 2017 (art. 1, comma 166 e seguenti ). Consentirà di anticipare il pensionamento di vecchiaia fino a 3 anni e 7 mesi. In pratica, i lavoratori potranno anticipare il pensionamento

Continua la lettura

Site Footer