Permesso di soggiorno per motivi familiari: sufficiente la richiesta per lavorare

esonero contributivo 2016; riposo non retribuito, cigo, sgravio contributivo, cassa edile, permesso di soggiorno, sanedil

Un cittadino straniero può svolgere attività lavorativa subordinata o autonoma anche nelle more del rilascio di un permesso di soggiorno per motivi familiari. A chiarirlo è una nota congiunta del Ministero del lavoro e dell’Ispettorato nazionale del lavoro, pubblicata il 7 maggio . Come noto, il permesso di soggiorno per motivi familiari consente al cittadino straniero di svolgere attività di lavoro subordinato o autonomo sul territorio italiano fino alla scadenza dello stesso e senza la necessità di convertirlo in permesso

Continua la lettura

Site Footer