Il riposo non retribuito può costare caro al datore di lavoro

esonero contributivo 2016; riposo non retribuito, cigo, sgravio contributivo, cassa edile, permesso di soggiorno, sanedil

Il datore di lavoro non può unilateralmente mettere a riposo non retribuito i propri lavoratori in base all’andamento degli ordini dei clienti. Il riposo non retribuito può costar caro quando è frutto di una scelta unilaterale del datore di lavoro. Per fronteggiare i cali di commesse e per non disperdere il patrimonio professionale a disposizione, molti datori di lavoro ricorrono al riposo forzato dei propri dipendenti. Fino a quando questi riposi forzati sono retribuiti, nulla quaestio. Utilizzare i giorni di ferie

Continua la lettura

Site Footer